Lancio della nuova offerta di Formula E a Auckland

Un consorzio con base a Auckland ha formalmente lanciato un’offerta per portare il campionato FIA ABB E nella città della Nuova Zelanda nel 2019 o nel 2020.

Il consorzio, guidato da Vector Energy, il New Zealand International Convention Center, l’Auckland University of Technology e Drive Electric, cercheranno di organizzare una gara su un sito del centro ancora da confermare nella sesta stagione di FE.

Sono iniziate le discussioni con la FE, con l’obiettivo ora di aumentare il coinvolgimento del governo locale e centrale nell’offerta.

Secondo Craig Cotton, CEO del NZ Innovation Council e membro senior della candidatura di Auckland, un E-Prix avrebbe aiutato Auckland a raggiungere i suoi obiettivi di essere al 100% rinnovabili entro il 2035 e carbon neutral entro il 2050.

“Dalle nostre discussioni, la Formula E è motivata a venire qui e ha dimostrato apprezzamento per la nostra intrinseca affinità per l’ambiente e per i nostri ambiziosi obiettivi di sostenibilità”, ha affermato.

“C’è un ruolo cruciale per il trasporto elettrico per giocare nel raggiungimento di questi obiettivi.

“Abbiamo l’opportunità di emozionare e coinvolgere i *Kiwi in un futuro più intelligente, più pulito, più connesso ed economicamente sostenibile.

“Come possiamo alleggerire la congestione, ridurre i costi del carburante, mostrare leadership globale raggiungendo i nostri obiettivi ambientali 2035 e 2050 e migliorare l’accesso alla mobilità per tutti i *Kiwi?

“La Formula E è il palcoscenico ideale per aiutarci a coinvolgere, imparare e spingere per soluzioni e risultati.

“Fornirà anche ad Auckland un evento sportivo che mostrerà al mondo che città spettacolare è, posizionando la Nuova Zelanda non solo come il miglior posto del pianeta, ma il posto migliore per il pianeta.”

L’ex pilota di Formula 1 Mark Webber ha dato il suo sostegno all’offerta presentata.

 

“È imperativo che questa parte del mondo – Australia e Nuova Zelanda – non venga lasciata indietro dal resto del mondo mentre si muove avanti sviluppando tecnologia e infrastrutture per il futuro”, ha affermato l’ambasciatore della Porsche.

“Qualcuno deve guidare la carica qui, e sono contento che Auckland sembra aver colto al volo l’occasione.

“Quando guardi l’elenco delle città coinvolte e delle aziende coinvolte, puoi vedere che la Formula E è il luogo in cui viene modellato il futuro del trasporto personale, posso certamente parlare a nome dell’impegno di Porsche per il campionato e la sua visione.

“Oltre a ciò, avere un locale in Mitch Evans in una squadra ufficiale che gareggia alla fine di un campionato così eccitante e di alto profilo sarà assolutamente fantastico per i fan di *Kiwi.”

Autosport capisce che FE è desiderosa di aggiungere una gara in Nuova Zelanda o in Australia al suo calendario.

Il campionato vorrebbe anche visitare altre città in Asia, con Seoul e Tokyo in cima alla lista dei luoghi prioritari.

Resta inteso che qualsiasi piano per una corsa a Tokyo è reso complicato dal fatto che le strade della città sono di proprietà della polizia e non di un’autorità locale.

* I Neozelandesi usano il nome del volatile “Kiwi” simbolo della nuova zelanda, facendo riferimento ai propri connazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *